Macrofotografia

Fotografare in autunno nel parco delle Foreste Casentinesi

Il foliage è uno dei più bei fenomeni naturali da fotografare in autunno nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi. Fotografare in autunno è una gioia per gli occhi. Passeggiando nella tranquillità dei boschi ci si perde fra i colori intensi e gli aromi particolari. I momenti migliori per fotografare in autunno sono la mattina presto, durante le ore meno frequentate dai turisti, e il pomeriggio tardi quando il sole radente risalta le ombre e i colori. In città quando le foglie iniziano a cadere, in montagna si tingono di colori che vanno dal giallo all’arancio. Inoltre in questa stagione il sole non è mai troppo forte neanche durante il resto… Leggi tutto »Fotografare in autunno nel parco delle Foreste Casentinesi

Riserva di Scardavilla, un’area naturalistica di estrema importanza

La riserva Naturale Orientata del Bosco di Scardavilla. La riserva di Scardavilla è un’area di estrema importanza ecologica situata nelle prime colline tra Forlì e Meldola. E’ l’unica testimonianza rimasta dell’antico bosco che ricopriva la Romagna. Scardavilla nasce dopo il 1200 come distaccamento del convento di Santa Maria di Vincareto di Bertinoro. I monaci si dedicavano, oltre alle preghiere, anche all’allevamento del bestiame e all’agricoltura nelle zone circostanti il monastero di Scardavilla di sotto. Nel XVI secolo il monastero passa alle dipendenze dei monaci camaldolesi che, grazie al loro codice forestale, contribuiscono in maniera decisiva al mantenimento dell’integrità del bosco. I monaci poi costruirono un nuovo eremo sul vicino monte Lipone. Il… Leggi tutto »Riserva di Scardavilla, un’area naturalistica di estrema importanza

Tempo da salamandre in Campigna

In Campigna c’è brutto tempo, nebbia e pioggerellina. Una giornata perfetta per la Salamandra pezzata! La Campigna è una bella stazione turistica sia invernale che estiva, all’interno del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi. Quando in montagna il cielo è grigio e una leggera nebbiolina avvolge la foresta, per la salamandra pezzata è una splendida giornata! Non è un animale difficile da trovare, ma ci devono essere le giuste condizioni ambientali. Soffre particolarmente il vento e le temperature troppo basse. In Campigna ci sono molti sentieri che si addentrano all’interno del bosco e costeggiano i torrenti. Con un po’ di fortuna e con le giuste condizioni climatiche è facile incontrare la regina dei boschi,… Leggi tutto »Tempo da salamandre in Campigna

Alla scoperta delle orchidee selvatiche

L’Italia è ricca di orchidee selvatiche, veri e propri gioielli della natura. Centinaia fra specie e sotto specie di orchidee selvatiche sono diffuse in tutto il territorio italiano. Queste delicate piante sono molto sensibili e soffrono particolarmente a causa dell’uomo e dell’alterazione dell’ambiente. Per questo motivo bisogna preservare il più possibile i loro habitat, salvaguardando questo fragile patrimonio. La maggioranza delle orchidee selvatiche, a differenza dei vistosi ibridi tropicali creati in serra, è di piccole dimensioni e si mimetizza alla perfezione nei prati fra i colorati fiori di campo. Alcune orchidee richiedono molta pazienza per essere trovate. Durante il periodo di fioritura che va da aprile fino all’estate inoltrata, basta prestare un po’ di attenzione… Leggi tutto »Alla scoperta delle orchidee selvatiche

Salamandra pezzata e l’eremo di Camaldoli

l’Eremo di Camaldoli è la casa della comunità dei frati Benedettini, circondato della splendida foresta del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi. Il sacro eremo di Camaldoli è immerso in uno scenario di estrema bellezza all’interno del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi. E’ stato fondato più di mille anni fa dal monaco benedettino ed eremita San Romualdo e, insieme al santuario di Chiusi della Verna, è uno dei luoghi più affascinanti nel cuore dell’Appennino tosco-romagnolo. Rispetto al monastero, situato più a valle, l’eremo di Camaldoli è circondato da uno spesso muro di cinta. L’unico ingresso è un grande portone da cui è possibile accedere in alcune zone interne dell’eremo e solo in determinati momenti della giornata: La Chiesa… Leggi tutto »Salamandra pezzata e l’eremo di Camaldoli

Chrysodeixis chalcites come allevarla

La Chrysodeixis chalcites è un vero e proprio flagello che divora rapidamente le foglie di pomodoro, patata e leguminose, ma anche piante da giardino come i gerani. La piccola falena Chrysodeixis chalcites appartiene alla famiglia delle Noctuidae ed è veramente facile da allevare perché molto diffusa e poco esigente. Curiosando fra le piante che tengo sul balcone, noto spesso delle foglie mangiate e mi piace perdere un po’ di tempo cercando i piccoli ospiti dei vasi. Il bello della macrofotografia è che non è necessario visitare qualche sperduto paese tropicale per trovare soggetti interessanti. Il verde acceso permette ai bruchi di Chrysodeixis chalcites di mimetizzarsi alla perfezione fra gli steli delle piante e possono… Leggi tutto »Chrysodeixis chalcites come allevarla

L’incredibile e variegato mimetismo degli insetti tra cacciatori e prede

Il mimetismo per gli animali è una dote molto importante. L’arte del mimetismo è una delle principali tecniche di sopravvivenza utilizzata da molti animali. Adattare il proprio corpo, il colore o le proprie movenze secondo l’habitat in cui vivono è una vera e propria arte. In questo modo i predatori riescono a cacciare con maggior successo mentre le prede passano inosservate agli occhi dei loro aggressori. Gli animali usano tutte le sfumature di colore per nascondersi o attaccare, ma anche per corteggiare. Solitamente se un insetto vuole scomparire nell’ambiente usa colori sobri come le varie tonalità di verde e marrone. MIMETISMO CRIPTICO Gli animali scoprono un eventuale pericolo grazie alla percezione… Leggi tutto »L’incredibile e variegato mimetismo degli insetti tra cacciatori e prede

Afidi, formiche e coccinelle, una particolare simbiosi

Afidi, formiche e coccinelle. Una simbiosi veramente unica collega questi tre insetti. Gli afidi sono minuscoli insetti parassiti che infestano da inizio primavera fino all’autunno piante da orto e da giardino. Tutti gli anni gli agricoltori e gli appassionati di pollice verde sperimentano i metodi più diversi per debellare questi minuscoli esseri. C’è anche chi vive in simbiosi con loro traendo grossi benefici e chi se ne ciba, trasformandosi in un pesticida naturale. Gli afidi sono di piccole dimensioni, pochi millimetri, e ne esistono di diverse specie fra cui anche esemplari alati. L’apparato boccale ha una duplice funzione che permette loro di perforare le parti più tenere delle piante – germogli, foglie e… Leggi tutto »Afidi, formiche e coccinelle, una particolare simbiosi