Isla Morena e Isla Pasion, una delle escursioni più famose di Holbox

Isla Morena e Isla Pasion fanno parte di un santuario naturale dove si possono ammirare decine di specie animali.

Isla Morena e Isla Pasion sono due piccole isole poco distanti da Holbox . Fanno parte della riserva naturale di Yum Balam in Messico, meta di piacevoli escursioni dedicate in particolar modo al birdwatching. L’escursione in barca accompagnati da una guida dura circa mezza giornata e comprende la visita a Isla Morena, Isla Pasion e il cenote Yalahau. Quello delle tre isole è uno dei tour più popolari di Holbox e costa circa trenta dollari a persona. Non potevo certo lasciarmi sfuggire questa incredibile occasione di fotografare la fauna locale.

Isla Morena

Isla Morena | Olympus E-1, Olympus Zuiko Digital 14-54mm

Le due torri d’avvistamento su Isla Morena permettono di fotografare la fauna locale | Olympus E-1, Olympus Zuiko Digital 14-54mm

Isla Morena, conosciuta anche come Bird Island o Isla Pájaros, è un’oasi di pace ideale per osservare numerosi uccelli. Per gli appassionati di birdwatching è uno spettacolo naturale da non perdere. Si possono osservare più di 140 specie fra cui le nidiate di cormorani, aironi, fenicotteri rosa, cicogne, ibis, fregate e diversi limicoli.

Un gruppo di fregate riposa tranquillo sul pontile [Fregata magnificens] | Canon 30D, Canon 300mm f/2.8 L is, moltiplicatore 2X

Isla Morena | Olympus E-1, Olympus Zuiko Digital 14-54mm

Questa piccola isola disabitata lunga circa 500 metri con una superficie di due ettari, è composta di sabbia e guano. Ora l’isola è un terzo della sua estensione originale a causa dell’erosione che porta via la sabbia durante le mareggiate. La nidificazione degli uccelli è stata più volte messa in pericolo da numerosi uragani che hanno distrutto la vegetazione e gli alberi più alti.

Marangone dalla doppia cresta [Phalacrocorax auritus] | Canon 30D, Canon 100-400 L is

Nido di Marangone dalla doppia cresta [Phalacrocorax auritus] | Canon 30D, Canon 100-400 L is

Isla Morena è una riserva naturale integrale dove i turisti non possono scendere a riva e girare liberamente per l’isola. Raggiungo in barca il piccolo pontile di legno: le due torri d’avvistamento mi permettono di fotografare in totale sicurezza la fauna selvatica. Anche durante i periodi critici come quello della nidificazione è possibile scattare fotografie senza recare alcun disturbo. Ho immortalato pellicani, aironi e cormorani a meno di trenta metri in tutta tranquillità e con una vista spettacolare sul Mar dei Caraibi. Purtroppo queste escursioni partono la mattina con il sole che produce contrasti molto forti, creando non pochi problemi per esporre correttamente l’immagine.

Pellicano bruno [Pelecanus occidentalis] | Canon 30D, Canon 100-400 L is

Scaramucce fra una fregata e una garzetta rossastra [Egretta rufescens] | Canon 30D, Canon 100-400 L is

Isla Pasion

Isla Pasion è una piccola isola disabitata che dista circa quindici minuti di barca da Isla Holbox. La sabbia splendente, composta da brillanti conchiglie, invita al riposo e il mare cristallino a fare un bel bagno rinfrescante.

A soli 15 minuti da Isla Holbox, Isola di Passion è un vero paradiso tropicale | Canon 30D, Canon 100-400 L is

Airone Schistaceo [Egretta gularis] | Canon 30D, Canon 300mm f/2.8 L is, moltiplicatore 2X

A differenza di Isla Morena, su Isla Pasion è possibile scendere a riva e passeggiare lungo la spiaggia. Anche qui c’è una gran varietà di uccelli da fotografare. Sulla piccola isola è presente anche qualche esemplare d’iguana e con un po’ di fortuna è possibile incontrare il limulo.

Piviere nevoso [Charadrius nivosus] | Canon 30D, Canon 100-400 L is

Iguana verde [Iguana iguana] | Canon 30D, Canon 300mm f/2.8 L is, moltiplicatore 2X

Beccaccia di mare americana [Haematopus palliatus] | Canon 30D, Canon 100-400 L is

Isla Pasion offre una splendida vista sulla laguna e su Holbox, talmente vicina che una persona ben allenata la potrebbe tranquillamente raggiungerla a nuoto. Un altro modo per arrivare a Isla Pasion è affittare un kayak partendo da Punta Cocos.

Cenote YalaHau

Il cenote YalaHau è una sorgente di acqua dolce in mezzo alle mangrovie dove gli abitanti di Holbox venivano a prendere l’acqua. Questo cenote è un antico sito Maya e secondo la leggenda le sue acque avevano proprietà curative. Un cenote è una cavità carsica con il tetto crollato che si riempie di acqua dolce e cristallina. In queste surreali caverne a cielo aperto sparse per tutto il Messico si possono fare indimenticabili bagni nell’acqua fresca, un’esperienza da non perdere.

La laguna di YalaHau è un ricco habitat naturale che offre riparo a numerose specie si animali | Olympus E-1, Olympus Zuiko Digital 14-54mm

La fresca acqua cristallina del cenote YalaHau | Olympus E-1, Olympus Zuiko Digital 14-54mm

YalaHau è circondato da una fitta vegetazione di mangrovie, di cui una gran parte è andata persa durante un grosso incendio nel 2010. Bisogna prestare attenzione e restare vicino al centro del cenote durante il bagno. Mio fratello si è allontanato seguendo il corso dell’acqua e non si è accorto di un grosso esemplare di coccodrillo nascosto fra le mangrovie che lo osservava con aria minacciosa.

Le mangrovie distrutte in seguito ai numerosi uragani che si abbattono in questa zona | Olympus E-1, Olympus Zuiko Digital 14-54mm

Una splendida libellula colorata sul pontile del cenote YalaHau | Olympus E-1, Olympus Zuiko Digital 14-54mm

Coccodrillo di Morelet [Crocodylus moreletii] | Canon 30D, Canon 300mm f/2.8 L is, moltiplicatore 2X

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.