19/09/2017

Ex discoteca Woodpecker un tuffo nel passsato

La celebre discoteca degli anni 70 ha mantenuto il suo fascino originale seppur abbandonata.

La discoteca Woodpecker Night Club era un locale molto rinomato nel cuore di Milano Marittima, conosciuto in tutta Italia. Con la crescita della città e del turismo, fu deciso il suo trasferimento nell’entroterra a causa delle sempre più numerose lamentele sul rumore e la confusione. Alla fine degli anni sessanta il moderno progetto del Woodpecker vide finalmente la luce. L’avveniristica struttura della cupola in vetroresina, simile a quella Brunelleschi a Firenze, dominava i laghetti circolari. L’intera struttura era protetta all’interno di un cratere artificiale circondato da dune.

La famosa cupola del Woodpecker vista dall’alto | DJI Inspire 1, Zenmuse X5

Negli anni settanta la fama del Woodpecker andò progressivamente scemando fino a quella fatidica notte in cui la discoteca ha preso fuoco a causa di un cortocircuito. Solo l’enorme cupola si salvò dall’incendio. Da quella notte il night club non riaprì mai più. Ci sono stati nel corso degli anni diversi progetti per riqualificare la zona, mai nessuno portato a compimento. Nel corso del 2017 il comune di Cervia ha organizzato un bando per trasformare l’area in un parco dedicato alla musica e alle arti.

La cupola della discoteca Woodpecker fa sempre un grande effetto | Sony A7 II, Sony Zeiss 16-35mm

Il resto della struttura è quasi tutto crollato | Sony A7 II, Sony Zeiss 16-35mm

Diverse manifestazioni, come mostre fotografiche e iniziative legate alla musica ma anche rave party, si sono svolte nel corso degli anni in quel che resta di questo incredibile locale. La cupola e la pavimentazione sono ancora ben conservate, ormai inghiottite dalla vegetazione. Il famoso artista BLU ha usato l’interno della cupola per creare una delle sue opere. L’artista italiano ha ormai cancellato dai muri molti dei suoi murales, in segno di protesta contro l’esibizione delle sue opere in una mostra della street art organizzata senza il suo consenso. Entrare nell’ex discoteca è molto facile e non ci sono pericoli. E’ una rara occasione per fare esplorazione urbana in tutta tranquillità, come spiego nell’articolo “Urbex il fascino dell’esplorazione urbana“.

I bellissimi graffiti di BLU all’interno della cupola | Sony A7 II, Sony Zeiss 16-35mm

Un simpatico murale ma non ha nulla a che vedere con quelli di BLU | Sony A7 II, Sony Zeiss 16-35mm

AGGIORNAMENTO EX DISCOTECA WOODPECKER

Durante l’estate del 2018 sono iniziati i lavori di ripristino dell’ex discoteca Woodpecker. La zona, che adesso è recintata, sarà bonificata e sistemata grazie al completamento dei permessi per l’inizio lavori. Finalmente il Woodpecker tornerà a essere un disco pub come lo era una volta.

RECENT POSTS